Live in Montpellier

Progetto: Paolo Fresu Quintet
Etichetta: Splasc(h)
Anno: 1990

LIVE IN MONTPELLIER
Ovvero, 'La filosofia dei Boxer bianchi a pois rossi'.
Eppure sembra ieri, quando nel 1982, durante i 'Seminari Jazz Senesi' ho conosciuto Roberto Cipelli: mentre assieme ad altri studenti sardi si rideva fragorosamente alle due di notte nel corridoio di una pensione a prezzo modico del centro, uscì dalla stanza accanto un giovane ragazzo, evidentemente anch’egli studente, con aria assonnata, capelli dritti e aria incazzata.
Fin qui niente di eccitante se non fosse stato nudo con addosso solamente un paio di Boxer bianchi a pois rossi, oltre alle pantofole, naturalmente! Dopo alcuni secondi di imbarazzante silenzio unito ad intensi sguardi indagativi, ricordo che scopiammo in una rista così sincera e trascinate fa coinvolgere anche lui: era Roberto.
Credo che in quella occasione sia nato il 'Paolo Fresu Quintet'. Non sto poi a raccontarvi gli sviluppi del gruppo, ma le scelte dei componenti, fino all’organico attuale modificato quasi totalmente nel corso di sette anni, è avvenuto con questo spirito: quello, per intenderci, sei 'Boxer bianchi a pois rossi'.
In realtà, chi pensa dopo questa mia introduzione che la cifra musicale di questo gruppo sia costruita con semplici riferimenti alla biancheria intima si sbaglia, perché in tutte le scelte abbiamo tenuto conto sia di elementi prettamente (ed evidentemente) musicali, sia di spirito personale e doti umane, convinti che, per costruire un gruppo (ed intendo una formazione che lavori costantemente per alcuni anni, tempo necessario per iniziare ad ottenere risultati), bisogna abbandonarsi ad un coinvolgimento totale che abbracci la vita stessa del singolo e di conseguenza il gruppo intero.
Forse l’affermazione non è nuova, ma sono sempre più fermamente convinto che il Jazz sia una scuola di vita ed un modo sia di rapportarsi che di stare col prossimo. Questo presume che, per comunicare qualcosa, si debba essere prima in sintonia all’interno del gruppo stesso… Retorica?! Forse, ma mi piace credere che sia così. Del resto esistono formazioni che hanno fatto la storia di questa musica; non ho questa ambizione ma aspiro al concepire un gruppo come io lo desidero. E se siamo d’accordo sul che, per costruirlo bisogna ‘comunque’ avere una storia, quella del 'Paolo Fresu Quintet' vorrei che fosse la musica di questo disco a raccontarla. E’ una storia che ha inizio nel 1982. Buon ascolto.
Paolo Fresu

NB: la voce dello speaker della decima e omonima traccia è quella del mitico André Francis di Radio France.


Tracklist
1. IN PARTE SENZ'ARTE (intro)

2. IN PARTE SENZ'ARTE

3. ROUND MIDNIGHT

4. OSTINATO

5. POCKET DAY

6. BLUES FOR YOU

7. ONLY WOMEN BLEED

8. WELL, YOU NEEDN'T (Thelonious Monk)

9. ONLY WOMEN BLEED (2nd take)

10. SPEAKER